207 Amaro Locale, il nuovo amaro di Pernod Ricard Italia presentato a Firenze 

L’amaro è parte della cultura italiana e da generazioni accompagna il piacevole momento del dopocena, a casa o fuori casa. Si narra che, agli inizi del XIII secolo, il frate Domenico Santucci importò 207 bulbi di zafferano dalla Spagna all’Italia. Santucci era originario pm di Navelli, in provincia dell’Aquila, dove oggi fiorisce il bulbo più prezioso, lo Zafferano dell’Aquila DOP, che si unisce ad altre tre eccellenze italiane: la menta di Pancalieri del Piemonte, le scorze di arancia dolce di Calabria e i limoni di Sicilia, conferendo il caratteristico sapore mediterraneo a questo amaro dal sapore fresco e leggero.

Il.prodotto è stato presentato nei giorni scorsi a Firenze alla Trattoria Da Burde nel corso dell’evento “Amaro Locale 207 in Trattoria”, durante il quale sono stati abbinati tipici piatti toscani ad alcune etichette di Champagne RSRV Mumm millesimati, sempre commercializzati da Pernod Ricard.

“207 Amaro Locale è una libera espressione del territorio, delle genti, dell’appartenenza e del gusto, attraverso caratteri eleganti e gesti consapevoli – dice Alessia Ferro, Head of Global Marketing After Meal & Aperitifs – Pernod Ricard Italia -. Locale esprime il desiderio collettivo di sentirsi bene ovunque, in qualsiasi luogo di provenienza o di arrivo.

Questo è l’amaro che esprime l’Italia ricca di contraddizioni: è dolce e amaro, unico e di tutti, un nuovo gusto antico, ma con un sapore ricco di storia mai rivelata”.

Dalle tinte ambrate, con sfumature tra il miele e l’oro, 207 Amaro Locale presenta sentori erbacei e freschi, con toni agrumati. Al palato abbraccia prima i sentori dolci e profondi, per poi chiudersi in una nota balsamica.

Un amaro che supera i confini di spazio e tempo, pensato per chi apprezza ciò che è raffinato, ma anche autentico nella sua semplicità; per le persone che amano la libertà come valore assoluto e percorrono la loro vita seguendo i propri ideali più intimi e non le aspettative imposte dalla società moderna.

Da gustare liscio freddo per esaltare il sapore più balsamico e amaricante, o con qualche cubetto di ghiaccio per godersi la nota più dolce e gourmand dello zafferano, 207 Amaro Locale è anche pensato da bere in purezza, dove ogni sorso rappresenta una diversa esperienza di gusto, con le note aromatiche dello zafferano, che creano un’armonia perfetta con il sentore fresco e dolce degli agrumi. Per un twist speciale “fai da te”, si prepara facilmente il “207 Café” con 207 Amaro Locale (60 ml.), caffè (25 ml.), orzata (10 ml.) e ghiaccio; si shakerano tutti gli ingredienti e si versa filtrando in una coppa Martini.

Il prodotto sarà distribuito in e-commerce, on-trade, enoteche specializzate.

Fabrizio Del Bimbo 

Nicoletta Curradi